Le 10 cose più ASSURDE da fare a Tokyo

Le 10 cose più ASSURDE da fare a Tokyo

La volta precedente ti ho parlato del perché trovo che Tokyo non sia affatto una metropoli come tante altre e mi sono soffermato su quegli aspetti che fanno di lei una vera eccellenza! A renderla così originale però è anche la possibilità di poter vivere, al suo interno, delle esperienze davvero originali e fuori dal comune!
Noi in una sola settimana ne abbiamo fatte davvero molte e ho deciso di raggruppare quelle che per me sono in assoluto le IMPERDIBILI di questa città.
Ecco quindi una lista delle cose più strane, originali ed ASSURDE che DEVI assolutamente fare in un viaggio a Tokyo.

1.ASSAGGIA LE BIBITE DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI

Eh si, te ne avevo già parlato e questa è decisamente una delle cose che non devono mancare nel tuo viaggio in Giappone. È al primo posto perché con grande probabilità sarà la prima cosa che avrai modo di sperimentare non appena messo piede nel Paese del Sol Levante. I distributori automatici di bibite si trovano ovunque: dalle strade principali a quelle più deserte in mezzo al nulla (come ci è capitato nella gita al monte Fuji).
Ognuno di essi ha una vastissima scelta di bevande di ogni tipo e colore che aspettano solo di essere assaggiate e giudicate.
La cosa bella? Non finiscono praticamente mai, anche quando pensi di averle provate tutte ecco che ti si presenta davanti agli occhi un nuovo distributore pieno di bibite mai viste prima!

2.USA UN WC PUBBLICO

Sì hai capito bene, ti sto spronando a farla in un bagno che non sia quello del tuo alloggio.
In Giappone i bagni sono dotati dell’ormai famoso washlet, ovvero il gabinetto che fa anche da bidet, comandabile elettronicamente tramite una pulsantiera.
La presenza dell’elettronica ha fatto sì che i giapponesi potessero sbizzarrirsi in questo campo ed ecco che oggi puoi trovare bagni pubblici in cui poterti scaldare le chiappe sulla tavoletta, o deodorante l’ambiente mentre sei nella stanza, o ancora ascoltare musica mentre sei in procinto di fare le tue cose! Il tutto abbinato ovviamente ad una pulizia sempre impeccabile che nella cultura giapponese non manca mai!
Si dice che il cesso di casa sia sempre il migliore, ma in questo caso potresti quasi mettere in discussione questo mito. 😜

3.AVVENTURATI IN UN MANDARAKE

Si sa che, tra le varie cose, il Giappone è la patria dei manga e degli anime, e che gli idoli della nostra infanzia con i quali siamo cresciuti (che sia Goku o Ash o Rossana o chissà chi ancora..) arrivano tutti quanti da lì.
Mandarake è uno dei negozi di Anime e Manga usati di più rilievo al mondo . A Tokyo se ne trovano diversi ed in particolare quello di Shibuya è particolarmente suggestivo dato che si inoltra per due piani sotto terra all’interno dei quali puoi passeggiare lungo corridoi strettissimi che passano in mezzo a veri e propri muri di manga (quasi claustrofobico!).
Oltre ai famosissimi fumetti si possono trovare anche videogiochi, modellini, cosplay, oggetti da collezione e molto altro.

4.FAI UN BREAK IN UN MAID CAFE

Che poi non è proprio un break perché entrare in un Maid Cafe significa essere in procinto di vivere un’esperienza davvero fuori dagli schemi!
Queste caffetterie molto particolari hanno la caratteristica di avere un personale interamente femminile in divisa da cameriera di foggia vittoriana o francese decorata con pizzi e merletti. A completare il tutto vi è una location che crea un ambiente incredibilmente cartoon.
La canzoncine di sottofondo, il menù assurdo e l’intrattenimento delle cameriere stesse faranno il resto, ti sembrerà di essere all’interno di un episodio di qualche anime.
È una di quelle esperienze che non è per niente facile trasmettere, se sei a Tokyo (in particolare nel quartiere di Akihabara) non perdere l’occasione!

5.PASSA UNA SERATA AL KARAOKE

È vero il Karaoke lo abbiamo anche noi, lo si trova pressoché ovunque, perché dovrebbe essere così originale?
Partiamo dal fatto che questo è un fenomeno che ha preso piede in grandissima parte grazie al Giappone e la parola stessa deriva dall’unione di due termini Giapponesi: “kara” (vuoto) e “oke” (orchestra).
Mentre in Italia è considerato uno svago al pari di tanti altri, nel Paese del Sol Levante è una forma di intrattenimento tra le più diffuse, con l’unica differenza che in questo caso non si ha pubblico, ma si canta all’interno di piccolissime stanze insonorizzate in compagnia delle poche persone con cui hai deciso di passare la serata.
In questo modo, per i giapponesi questa è diventata un’autentica arma di sfogo dallo stress. Ecco che allora Tokyo fa le cose in grande (come è solita fare) e nei quartieri in cui la movida notturna fa da padrona ci si può imbattere in interi palazzi (sì, palazzi!) adibiti al karaoke: come un albergo a tanti piani, solo che le centinaia di stanze numerate non servono a dormire ma a cantare!

6.FAI RIFORNIMENTO IN UN CONBINI

I Conbini (o Combini, o ancora Konbini, ho trovato più volte tutte e tre queste diciture) sono i mini-Market aperti 24 ore su 24 e Tokyo ne è piena zeppa, di più catene.
All’interno di questi piccoli supermercati ci si può rifornire principalmente di alimentari, ma puoi trovare veramente di tutto, L’INIMMAGINABILE!
L’ho scelta come cosa da fare assolutamente perché una particolarità è la presenza, in quasi tutti i punti vendita, di un grandissimo espositore di onigiri freschi (i famosi triangolini di riso avvolti da un velo di alga) disponibili in tantissime varianti.
Sì ho scritto freschi perché vengono preparati ed esposti a qualsiasi ora. E cosa c’è di meglio di un buon onigiri durante un attacco di fame in qualunque momento della giornata (e della notte)?!
Sono freschi, sono buoni, sono economici e saziano, posso tranquillamente dirti che sono stati il mio alimento base per un’intera settimana!

7.GIRONZOLA PER LE VIE DI GOLDEN GAI

Golden Gai è una piccola zona di Kabukichō formata da un dedalo di vicoli strettissimi lungo i quali si trovano circa 200 bar di dimensioni estremamente contenute. Ognuno di essi accoglie una manciata di persone (generalmente non arrivano neanche a 10 posti) e l’atmosfera di ogni locale è unica, facendo così in modo che ogni bar sia diverso da tutti gli altri.
Fare una camminata lungo queste vie ed addentrarsi in uno di questi locali per sorseggiare qualche prodotto tipico è un’esperienza davvero surreale.

8.PASSA UNA SERATA AL ROBOT RESTAURANT

Questa è sicuramente una delle esperienze più assurde che io abbia mai fatto.
Un simil bunker, diversi piani sotto terra, anticipato da una discesa lungo delle scale con pareti dai colori e dalle forme tutt’altro che sobrie.
Uno spettacolo di un’ora caratterizzato da attori, ballerini e musicisti che sviluppano storie molto fantasiose (al limite del trash) per mezzo di coreografie che fanno sbarrare gli occhi e che potrebbero tranquillamente battere i carri delle migliori sfilate di carnevale.
Tutto questo è il Robot Restaurant, che di restaurant ha molto poco se non nulla, nel senso che ad una cifra non proprio economica avrai semplicemente la possibilità di gustare un bento dalla qualità molto dubbia durante lo spettacolo.
Si trova all’interno di Kabukichō, il quartiere a luci rosse (non farti intimidire dal nome, è un posto comunque molto sicuro dove, se non vuoi, non vedrai nulla di strano se non gente vogliosa di fare festa), ed anche se è sotto terra ti sarà IMPOSSIBILE non notare l’ingresso da fuori.

9.FAI COLAZIONE AL MERCATO DEL PESCE

Il mercato del pesce presente a Tokyo è in assoluto il più grande nel suo genere sulla Terra ed è molto celebre per la famosa asta dei tonni appena pescati che avviene ogni mattina.
Vivere al meglio questo posto significa alzarsi davvero molto presto, innanzi tutto perché l’asta avviene nelle primissime ore della mattina, e poi perché andando verso mezzogiorno il mercato perde il fascino che ha nelle sue ore più calde.
Mi piacerebbe essere più dettagliato, ma purtroppo dalla fine del 2018 (dopo il nostro passaggio) lo storico mercato di Tsukiji ha chiuso i battenti per trasferirsi a Toyosu cambiando molto dal punto di vista logistico, infrastrutturale e turistico.
Ti posso dire però che non dimenticherò mai la mia colazione a base di spiedino di salmone scottato, caffè latte, riccio di mare crudo e ciotolina di sashimi di tonno! 😂

10.SCATTA UNA FOTO RICORDO IN UN PURIKURA

L’ultimo punto, quello dei saluti, l’ho riservato ad un’esperienza che può permetterti anche di portare a casa un ricordo originale e molto simpatico.
Abbiamo parlato molto di manga e anime giusto? Bene, adesso è il momento di trasformarti in uno di quei personaggi!
Il meccanismo è lo stesso di quando vai a fare una fototessera nelle cabine automatiche, con la variante che, una volta scattata la foto, si possono applicare un’infinità di filtri tutti in stile cartoon. Il grande comune denominatore di questi posti è la modifica automatica degli occhi che li fa diventare enorme e super luccicanti, esattamente come quelli di un personaggio animato.
Sembra una cavolata, eppure è una grandissima attrazione in Giappone che richiama sia le ragazzine locali sia i turisti.
Noi abbiamo voluto provare e, mentre ci salutiamo, ti lascio qui sotto il fantastico risultato ottenuto! 😂
Alla prossima!

Nessun commento

Posta un commento